Tutto quello che hai bisogno di sapere sull' Ozono!

Aggiornato il: lug 8

Molti ci pongono svariate domande riguardo l'Ozono, vogliamo quindi stilare una Guida Ufficiale per aiutare tutti a comprendere meglio cosa trattano e come funzionano i nostri dispositivi!


Che cos'è l'Ozono?


L'ozono è un gas essenziale per la vita sulla Terra e si forma da fenomeni naturali, quali fulmini e raggi UV a 185nm. Quando stimolata da una carica elettrica o da una luce ultravioletta (UV) (lunghezza d'onda specifica), la molecola di ossigeno (O2) si rompe e si unisce temporaneamente ad altre molecole di ossigeno, formando ozono (O3).


In assenza di attività umane sulla superficie terrestre, l'ozono sarebbe ancora presente vicino alla superficie e in tutta la troposfera e la stratosfera poiché è una componente naturale dell'atmosfera pulita. Tutte le molecole di ozono sono chimicamente identiche, ognuna contenente tre atomi di ossigeno.


L'ozono nella stratosfera (ozono buono) ha conseguenze ambientali molto diverse per l'uomo e altre forme di vita rispetto all'eccesso di ozono nella troposfera vicino alla superficie terrestre (ozono cattivo). Tuttavia, l'ozono naturale nella troposfera è da considerarsi "buono" in quanto avvia la rimozione chimica di molti inquinanti, come il monossido di carbonio, gli ossidi di azoto, nonché i gas serra come il metano.


È proprio la sua naturale condizione di instabilità a donargli caratteristiche che lo rendono un efficace “pulitore” e grazie alle quali l’ozono può essere impiegato anche per disinfettare, sanitizzare, disinfestare e deodorare.


L’ozono difatti distrugge microrganismi di ogni genere, inattiva i virus e ossida molti contaminati organici e inorganici presenti sia in aria che in acqua.



Werner von Siemens - Fonte immagine wikipedia.org

Questo gas fu scoperto nel 1840 attraverso il processo di elettrolisi. Lo sviluppo proseguì in laboratorio fino al 1857 quando Werner Von Siemens sviluppò un processo per l'uso generale e industriale dell'ozono. La sperimentazione e lo sviluppo sono continuati nella ricerca per migliorare la generazione di questa fragile molecola che fa così tanto, ma si decompone rapidamente in ossigeno.


Esistono diversi modi oggi per produrre ozono industrialmente: elettrolisi, generatori a effetto a corona, a luce UV, a celle Siemens e a plasma freddo. Tutti questi metodi sono stati migliorati e perfezionati negli anni dalla scienza e dalla tecnologia. L'ozono, a differenza della maggior parte delle altre sostanze chimiche, non ha risorse naturali o metodi di conservazione. Viene generato in loco e poiché ha una rapida decomposizione, non può essere conservato per lunghi periodi di tempo, dunque necessita di un impianto per la generazione ogni qual volta si ha la necessità di utilizzarlo.


Produzione e caratteristiche


I nostri impianti prelevano l’ossigeno, composto di due atomi O2, e lo congiungono con un terzo atomo di ossigeno, formando la molecola di Ozono (O3). Solo circa 10 minuti dopo che il generatore è spento, tutto l’ozono generato, inizia la conversione in ossigeno puro e dopo circa 20 minuti tutto l’Ozono generato si è definitivamente convertito in Ossigeno.


Non ci sono residui da smaltire, il trattamento può essere pilotato propriamente ogni volta che si desidera. L’ozono è un gas e penetra ovunque, per questo motivo, se prodotto in quantità adeguate, si può definire “a copertura globale” (contrariamente alle tecnologie presenti oggi sul mercato, riesce a garantire la saturazione ambientale).


L’aria, nella quale è disciolto l’ossigeno (O2) trasporta molti elementi organici come virus, batteri ed allergeni. I nostri impianti prelevano dall’aria le molecole di Ossigeno.

Una volta prelevato trasformano l’Ossigeno in ingresso in Ozono e lo rilasciano nell’ambiente.


Dopo essere state generate, le molecole di Ozono (O3) sono altamente instabili e rilasciano uno dei loro 3 atomi.


L’atomo rilasciato va ad ossidare le molecole degli elementi organici e dei cattivi odori agendo contro virus, batteri, funghi e spore grazie ai suoi poteri altamente ossidanti.

In questo modo l’aria e tutto ciò con cui il gas viene a contatto vengono efficacemente sanificate senza l’utilizzo di prodotti chimici, per il bene della salute e dall’ambiente. Inoltre, poiché una molecola si è distaccata dalle altre per effettuare il suo “compito” quello che ne resta dell’Ozono generato è Ossigeno puro.






I vantaggi attendibili con l’impiego dell’Ozono possono essere riassunti in:

· Altissimo potere ossidante;

· Inattiva virus, batteri, spore, alghe e muffe;

· Non lascia residui nocivi per la salute dopo il suo impiego, degrada gli inquinanti senza trasferire l’inquinamento in altre fasi. È privo di effetti da inquinamento secondario;

· La forte disinfezione ed ossigenazione evita fenomeni corrosivi e fermentativi con conseguenti emissioni di cattivi odori anche in caso di soste prolungate;

· Grande flessibilità di dosaggio e semplicità impiantistica che di conseguenza minimizzano i costi di gestione e di controllo operativo. Evita a chi lo utilizza di dover intervenire con stracci, spugnette o meccanicamente per la disinfezione;

· Vanta una maggiore penetrazione all'interno delle superfici, anche negli angoli più piccoli dove sarebbe impossibile arrivare con stracci o spugnette;

· Ha un meccanismo aspecifico quindi nel momento in cui viene rilasciato in una stanza interviene sia su tessuti e superfici, sia su pareti e soffitti;

· Non danneggia nessun materiale, né altera alcun cibo con cui viene a contatto;

· Igienizza e deodora gli ambienti senza l’utilizzo di prodotti chimici, dunque non inquina;

· L’ossigeno non convertito in ozono può essere recuperato e utilizzato in altre fasi del trattamento depurativo

Salute e Tecnologia legate all’Ozono


L'odore acuto e pungente caratteristico dell’ozono è facilmente rilevabile a basse concentrazioni da 0,02 a 0,05 ppm. A questi livelli l’ozono non è dannoso per la salute. Difatti, l’ozono risulta essere dannoso per l’uomo ad alte concentrazioni o per tempi di esposizione prolungati.


I seguenti limiti sono ampiamente accettati (USA, Italia, Svezia, Regno Unito, e altre parti d'Europa):

- 8 ore al giorno / 5 giorni a settimana (limite di esposizione professionale) - 0,1 ppm

- 15 minuti (limite di esposizione a breve termine) - 0,3 ppm


Gli effetti acuti e cronici dell'eccessiva esposizione all'ozono sono stati ben studiati conseguendone che l'esposizione a concentrazioni di ozono in eccesso di alcuni decimi di ppm, a volte provoca segnalazioni di disagio in una piccola porzione sensibile della popolazione.

Questo può essere sotto forma di mal di testa di secchezza della gola e delle mucose degli occhi e del naso a seguito di esposizioni di breve durata. L'esposizione ripetuta all'ozono a tali concentrazioni a intervalli di 24 ore, tuttavia, non ha causato ulteriori aumenti dell'irritabilità delle vie aeree. In effetti dopo le prime esposizioni, ulteriori esposizioni all'ozono hanno avuto effetti progressivamente inferiori, suggerendo che la tolleranza potrebbe svilupparsi nel tempo.


L'ozono ha dimostrato di essere più dannoso a concentrazioni superiori a 2,0 ppm per diverse ore, ad esempio come sperimentato da operai addetti alla saldatura a gas.


Per poter sanificare l’ambiente è necessario immettere nell’aria una quantità alta di Ozono, per questo motivo durante l’azione dell’impianto le stanze devono essere sgombre di persone o animali. Ricordiamo sempre che nella concentrazione che l’impianto ha bisogno di produrre per effettuare una sanificazione adeguata le quantità di Ozono risultano tossiche per persone e animali domestici.



Come spiegato in precedenza, l’Ozono è un gas instabile e decade spontaneamente in ossigeno puro, quindi non è dannoso né pericoloso dallo spegnimento dell’impianto al tempo necessario per la suo decadimento.




Il tempo necessario per il decadimento dell’ozono, dipendente da temperatura, umidità e contaminazione chimica e biologica, ed è sempre in funzione delle concentrazioni di utilizzo. La decomposizione è accelerata dal contatto con superfici solide, dal contatto con sostanze chimiche e dall'effetto del calore. In media, dopo circa 20 minuti dallo spegnimento dell’impianto.

Se possibile, è preferibile e da noi consigliato eseguire i trattamenti nelle ore notturne in modo che alla ripresa del lavoro la quantità di ozono ambientale si trovi entro i limiti di sicurezza sanitaria.

Per garantire la sicurezza per la salute è importante attenersi sempre alle istruzioni descritte nel manuale d’uso, consentire l’uso dei dispositivi esclusivamente a personale che abbia letto tali istruzioni, sia in grado di garantirne l’esecuzione.


Alcuni esempi di settori di utilizzo


Settore pubblico Scuole, Cinema, Teatri, Centri commerciali, Negozi, Uffici, Sale meeting, Biblioteche, Sale d’attesa, Auto, Mezzi pubblici…


Negli ambienti ad alta densità di persone, i nostri impianti sono in grado di purificare l’aria e di deodorarla, creando un ambiente sano che rende più gradevole e sicuro il soggiorno e migliora il rendimento e la concentrazione mentale.

Settore sanitario Ospedali, Studi medici, dentistici, veterinari, Sale d’attesa, Case di riposo, Industrie chimiche e farmaceutiche…


In questi luoghi è importante mantenere gli ambienti sempre asettici. E’ necessario ossidare germi e batteri con un’efficacia di abbattimento fino al 99%, anche su superfici ed utensili di lavoro.



Settore alimentare

Celle frigorifere, Banchi frigoriferi, Vetrine, Espositori refrigeranti, Trasporti refrigeranti, Industrie e laboratori alimentare di lavorazione carne-pesce-frutta, cucine, mense…




I nostri impianti sono di essenziale aiuto per mantenere i cibi freschi più a lungo ed evitare l’ossidazione della carne del pesce delle verdure. Abbattendo batteri e germi non solo migliora il mantenimento degli alimenti, ma migliora anche l’immagine dei buffet e delle vetrine espositrici. Garantisce l’igiene e la sanitizzazione lungo tutto il percorso della filiera alimentare

Settore ristorazione e alberghiero Ristoranti, Hotel, Bar, Pub, Agriturismi, Enoteche, Discoteche, B&B, palestre …


Nei luoghi di preparazione dei cibi è necessario mantenere l’ambiente il più possibile sterile e igienico. I nostri impianti sono la soluzione ideale per questi ambienti, conformi anche con i protocolli di H.a.c.c.p. ed eliminano i cattivi odori dell’aria non solo in cucina ma anche nelle sale meeting, nelle hall e nelle camere d’albergo, agendo anche sui tessuti con cui vengono a contatto.



Settore privato Abitazioni, stanze dove è possibile fumare, circoli privati, abitazioni molto esposte al traffico cittadino, case vacanze che vengono aperte di rado …





L’aria pulita aumenta la profondità del respiro ed il benessere psicofisico, portando notevoli benefici ed eliminando i problemi causati dall’inquinamento domestico. Nelle case e negli ambienti privati l’Ozono arriva ovunque, purificando l’aria da polvere, tracce di detersivi, batteri, muffe e acari.


F.A.Q. domande frequenti


Come si calcola il tempo necessario per il trattamento di igienizzazione di un locale?

L’azione dell’Ozono dipende dalla quantità di elementi inquinanti presenti nell’aria e dalla dimensione in m3 del locale da sanificare. Ti consigliamo di contattarci per richiedere un calcolo a seconda delle tue esigenze.

Ogni quanto tempo deve essere eseguito il trattamento di igienizzazione?


Dipende dall’ambiente da trattare. Ad esempio, in una stanza d’albergo si consiglia l’uso ogni qual volta cambia l’ospite della stanza. In particolari condizioni (odori sgradevoli o fumo) il trattamento può essere eseguito anche tutti i giorni visto la facilità di utilizzo da parte del personale addetto. In un negozio ad alta frequentazione consigliamo di far agire tutte le sere dopo la chiusura.


Gli insetti e gli animaletti che eventualmente sono nel locale (scarafaggi, cimici, acari, zanzare, topi...) come reagiscono al trattamento?


Gli insetti infestanti, più sensibili dell’uomo agli odori ed ai pericoli, nel momento in cui percepiscono l’ozono si allontanano il più possibile. L’ozono (più pesante dell’aria) tende ad insinuarsi nelle gallerie e nei passaggi degli animaletti rendendo l’ambiente inospitale e evitando, in linea di massima, il loro ritorno. È naturale che questi ospiti indesiderati se hanno una strada di accesso la trovano anche per allontanarsi, ma il costante utilizzo renderà l’ambiente inospitale e sarà da loro abbandonato.


Se apro la finestra per arieggiare il locale, l’igienizzazione viene annullata?


No. L’ozono agisce in profondità dunque il suo effetto continua a “preservare” l’ambiente, purché il cambio d’aria venga eseguito con aria pulita l’ozono continuerà la sua azione di mantenimento all’interno di tessuti, tende, ecc.


Cosa si rischia e cosa succede se si rimane involontariamente presenti durante il funzionamento?


I rischi si presentano con elevate concentrazioni di ozono che si raggiungono con il tempo. Rimanere senza adeguate protezioni in un ambiente in fase di trattamento con alti livelli ozono è, sempre e comunque, un atto volontario e consapevole.

Respirare l’ozono ad alte concentrazioni può causare, seppur reversibilmente, effetti irritativi alle mucose oculari e alle prime vie aeree, tosse, fenomeni bronco-ostruttivi ed alterazione della funzionalità respiratoria. Misura correttiva: spostarsi all'aria aperta, allentare gli indumenti stretti attorno al busto. L'ozono può essere irritante per gli occhi, causando lievi infiammazioni. Misura correttiva: sciacquare gli occhi con grandi quantità di acqua per almeno 15 minuti tenendo forzatamente le palpebre aperte per garantire il rossore dell'intera superficie dell'occhio. Se l'irritazione, il dolore o altri sintomi persistono, consultare un medico.


Ci sono persone più sensibili all’ozono?


Sì. Si tratta solitamente di persone con problemi respiratori. Infatti, se una persona affetta da asma permane in un ambiente in fase di trattamento con ozono, la presenza di questo gas può aumentare la sensibilità ai bronco-costrittori, compresi gli allergeni.

Tuttavia, la stessa persona beneficerà della qualità dell’aria che, dopo il trattamento con ozono, sarà decisamente migliorata.


L’ozono è dannoso per l’uomo ed è conosciuto come un “elemento” negativo; perché fidarsi?


In effetti per eliminare virus, batteri e odori l’ozono deve essere necessariamente nocivo. Nessun agente ossidante è privo di tossicità, sia esso naturale o di sintesi. La peculiarità dell’ozono è che ha una vita molto breve in quanto, naturalmente, tende a ritrasformarsi in ossigeno senza lasciare residui tossici e nocivi per l’ambiente, per l’uomo e per gli animali. Attenendosi alle istruzioni fornite, il suo impiego per eliminare virus, batteri e odori può essere fatto in totale sicurezza.


Come ci si deve comportare con le pulizie “classiche”, l’impianto pulisce?


No, la rimozione meccanica dello sporco grossolano va sempre e comunque effettuata. Il compito dell’impianto ad ozono è quello di igienizzare ed eliminare odori sgradevoli in modo ecologico e autonomo.




SEGUICI

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona

CONTATTI

Via Sant'Antonio, 20122 Milano (MI)

Tel: +39 0283542351

Email: segreteria@esclusivaitalia.it

DOVE SIAMO

© Copyright 2019 Esclusiva S.r.l. - All Rights Reserved
Sede legale: Via Osservatorio, 1 - 98121 Messina  Sede operativa: Via Sant'Antonio, 4 - 20122 Milano
P.iva 03384050831 - Numero REA MI - 2577981

  • Facebook
  • Instagram